ARF Festival
Orchestra del 41° parallelo @ Auditorium del Massimo

Orchestra del 41° parallelo @ Auditorium del Massimo

Inizia così: voce e viola. Con il canto di una poesia di Radharaman della tradizione Baul, la platea viene proiettata immediatamente in un mondo surreale e lontano fatto di suoni e parole così distanti da rendere palpabile ed evidente l’inizio del viaggio.

Il concerto dell’Orchestra del 41° Parallelo è già concepito come un viaggio, non solo un itinerario tra la musica di tanti dei paesi toccati proprio dal 41° parallelo e quindi un percorso tra tante culture, ma un viaggio tra le emozioni e i desideri, tra le passioni, i suoni, i rumori e i silenzi che appartengono a tutte le culture per poi diventare tutti quelli che abbiamo nell’anima.

Ecco come ho vissuto il concerto magistralmente diretto dal M° Stefano Scatozza: un viaggio tra le emozioni personali, tra i ricordi ed i desideri che avevo dentro. L’emozione di riascoltare brani della tradizione già noti all’orecchio, quella di ascoltare dal vivo brani originali già ascoltati in altre formazioni, l’agevolazione di un programma di sala con una veloce spiegazione  e, in qualche caso, i testi tradotti dei brani eseguiti, i puntuali interventi del direttore d’orchestra con le sue sapienti spiegazioni ed introduzioni, hanno concorso a rendere questa serata un’esperienza unica e completa. Un giro intorno al mondo, un viaggio nella musica, un clima così conviviale e raccolto da favorire nuovi rapporti e nuove conoscenze in modalità che, nella capitale, sono sempre più rare. L’orchestra del 41° Parallelo è un ensemble di donne eccezionali con la passione per la musica, in grado di trasmettere alla platea tutta la forza dirompente del loro trasporto: questo è il vero motore del viaggio.

Back to Top

©2016 LSA - Powered by VOLANET-REG